Home » Docenti

Docenti

Cristina CIURA - Violino

Cristina CIURA - Violino - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Giovane talento Tarantino, Cristina Ciura inizia gli studi musicali a 10 anni sotto la guida del padre, il M° Angelo Ciura. A 18, si laurea in Violino col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Ha frequentato corsi di perfezionamento con i Maestri Felice Cusano, Ulrike Danhofer, Cristiano Rossi, Carlo Maria Parazzoli, Francesco Manara, Massimo Quarta e più recentemente il corso di perfezionamento annuale (2014/2015) del Maestro Ilya Grubert, presso la Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro. Ha conseguito il primo premio in oltre 30 concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali il Concorso Internazionale Euterpe, il Concorso Internazionale "Città di Barletta", il 3° Concorso Internazionale “Eurorchestra nuovi interpreti 2011” di Bari, il Festival Artistico Internazionale promosso dall’ Associazione Arte e Musica Bari, il Concorso Internazionale "Terra degli imperiali" e il 2° Concorso Internazionale “Festival musicale Città delle Ceramiche”, del quale è stata vincitrice assoluta.
Nel 2015 ha partecipato al progetto "Per ricostruire l'Emilia" con due concerti a Mirandola e Modena con l'Accademia dell'Orchestra Mozart ed al Festival Della Valle D'Itria di Martina Franca con l'Orchestra Internazionale d'Italia.
Sempre nel 2015, con l'ensemble da camera dell'Orchestra della Magna Grecia, ha preso parte all' opera “Don Chisciotte” di G. Paisiello, in qualità di primo violino.
Come camerista, Cristina ha tenuto concerti sin da giovanissima in stagioni concertistiche promosse ed organizzate da importanti enti ed associazioni come Il Parnaso delle Muse e la Fondazione Grassi di Martina Franca; l'Associazione Atheneum di Barletta; il Festival Ritratti di Monopoli; gli Amici della Musica di Campobasso; gli Amici della Musica Paisiello, di Lucera; la Camerata Musicale Salentina, di Lecce.Con il Quartetto “Primaldo” ha partecipato allo spettacolo “La cantata del caffè”, presso Milano Expo (30/09/2015). Nel 2017 ha eseguito il Quintetto di D. Shostakovich nell'ambito del Festival della Valle d'Itria, evento che ha visto l'intervento del critico Sandro Cappelletto.

Da diversi anni, collabora con l'Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto in qualità di solista e camerista. Più recentemente ha intrapreso una prestigiosa collaborazione con l'ensemble de “I Solisti Aquilani”, con il quale ha già tenuto diversi concerti in svariate città italiane; con il medesimo ensemble,nel Settembre 2019, ha partecipato ad un tour di concerti in Lituania e a seguire alla Biennale di Venezia 2019.

Rosanna VOLPE - Canto

Rosanna VOLPE - Canto - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Vincitrice di borsa di studio presso il Teatro dell’Opera di Montecarlo, ha rappresentato il Coservatorio “Tito Schipa” di Lecce in Albania. Ha conseguito il Diploma Accademico di I livello in Discipline Musicali (Canto lirico) presso il Conservatorio Statale di Musica “Tito Schipa“ di Lecce con la votazione di 110/ 110 e lode. L’11 febbraio 2017 è stata solista nella “Barcarolle” di Hoffman nel concerto “Voces Andelorum” presso la Chiesa S. Maria del Carmelo  Villa Baldassarri (Le); il 9 Marzo 2017, interpreta il ruolo di Suzuki in “Madama Butterfly” presso il Teatro “Umberto Giordano” di Foggia. Il 9 Aprile 2017 è solista nel “Concerto della Passione” con l’Orchestra di Fiati “Terra d’Arneo” Città di Nardò, eseguendo l’Ave Maria di C. Gounod. Il 21 maggio 2017, interpreta il ruolo di Rosina nel Barbiere di Siviglia, nell‘ambito di un concerto con il Conservatorio “Schipa” presso Palazzo Palmieri a Lecce. Il 5 maggio 2017 è protagonista nel ruolo di Lucrezia, nell’ opera “Ghetonia” del Maestro Francesco Muolo, titolare di cattedra presso il conservatorio “ Tito Schipa “ di Lecce; il 22 maggio 2017 è finalista per la Sezione ”Canto Lirico” nella nona edizione del Concorso Musicale Internazione “Terra degli Imperiali”.

E‘ stata scelta tra tutti i cantanti del Conservatorio “Tito Schipa” per interpretare brani che hanno fatto la storia della Musica Pop italiana, come “E se domani”, “Il cielo in una stanza”, “Gli uomini non cambiano”, accompagnata “ dall’Orchestra dello stesso Conservatorio di Lecce” diretta dal Maestro Flavio Caputo presso il Teatro Apollo di lecce.

 Il 3 agosto 2107 in collaborazione con il Conservatorio “Tito Schipa“ di Lecce ha eseguito a Poggiardo (Le)  con l’orchestra “Cine Music Orchestra” diretta dal Maestro Claudio Quarta, in qualità di solista, alcuni brani di Ennio Morricone. Il 29 agosto 2017 solista con l’aria “Voi lo sapete o mamma” dalla “Cavalleria Rusticana” presso l’Auditorium S. Agostino di Atri. Il 2 ottobre è solista nel concerto “Il francescanesimo in musica”, accompagnata dal Maestro Antonio Rizzato presso la Chiesa  S. Antonio di Padova, sotto l’egida del Conservatorio “Tito Schipa”.

Il 19 Giugno 2016 si è esibita in qualità di solista presso la “Galleria Maccagnani” (Le) con l’esecuzione dell’Ave Maria tratta da “Cavalleria Rusticana”.

Altri concerti importanti:

- 21 maggio 2016, partecipazione come interprete nel coro del Maestro Francesco Muolo, nell’opera “Il coraggio di Mischke” del Maestro Giuseppe Gigante;

- 21 dicembre 2016, esecuzione come solsita dell’aria “ O mio Fernando” dalla Favorita, ad Ostuni( Br) nel concerto “Canto per te”,  omaggio a Tito Schipa a cura del Conservatorio “Tito Schipa“ di Lecce;

- 5 giugno 2015, solista presso la “ Galleria Maccagnani “ (Le) con “ I racconti di Hoffman “ a due voci;

- 6 giugno 2015, solista presso “La sala del Monastero San Giovanni Evangelista” (Le) con “La Barcarolle”;

- 20 giugno 2014 interprete nell’Opera “Le nozze di Figaro“, nel ruolo del paggio, presso Teatro Nazionale di Milano.

- nel 2018, ha tenuto in qualità di cantante, un concerto presso la Procura della Repubblica di Brindisi.

Nel 2020 consegue con il massimo dei voti, lode e menzione  la Laurea Specialistica in Canto presso il Conservatorio Statale di Musica "Tito Schipa" di Lecce.

 Sempre nello stesso anno diventa presidente della Sezione A.Gi.Mus. di Torre Santa Susanna.

Parallelamente viene incaricata dall'Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ad assumere la guida del Corso di Canto presso la Scuola Musicale Comunale "Città di Francavilla Fontana" per l'A.S. 2020/2021.

Vita Alba RUSSO - Pianoforte

Vita Alba RUSSO - Pianoforte - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Vitalba Russo si è formata nei Conservatori di Musica di Matera e Bari diplomandosi prima e laureandosi poi con il massimo dei voti e la lode. Ha collaborato, sin dagli anni novanta, con il Comune di Laterza fondando, insieme ad altri musicisti laertini,la Cooperativa Musica & Laboratorio,tenendo per oltre un decennio corsi di pianoforte diplomando brillantemente i suoi allievi.

 E' stata premiata in diversi Concorsi Nazionali ed Internazionali ( Stresa,Genova,Moncalieri ed altri).

Ha seguito diversi corsi di perfezionamento presso importanti accademie: M° A.Lonquich (Accademia di Musica N.Rota di Bari)

M° S.Fiorentino (Accademia di Musica N.Rota di Gioia del Colle) e M° G .Valente ( Accademia di Musica di Bari).

Fondamentale per la sua formazione pianistica e di didatta è stato l' incontro con il M° V.Balzani di cui è stata allieva per diversi anni a Milano.

E' stata ospite di importanti istituzioni concertistiche come : l'Agimus di Avellino, le Serate Musicali di Milano con l'Orchestra di Stato di Bacau ( Romania) diretta dal M° Ovidiu Balan,  Fondadazione Grassi di Martina Franca,Gli Amici della Musica in varie sedi d'Italia, Comitato per la diffusione della Cultura Musicale di Mola di Bari, Stagione Concertistica di Tonfano(Lucca), Polifonica Pier Luigi da Palestrina di Matera

Da oltre un ventennio si occupa della divulgazione della cultura musicale attraverso l'organizzazione di concerti e festival per giovani musicisti ed è stata direttore artistico del Concorso Internazionale " Citta'  di Valentino" di Castellaneta nelle edizioni 2008- 2009' organizzato dal CAM Club Amici della Musica.

E' stata premiata con diplomi d'onore dalle commissioni di diversi concorsi pianistici per la lodevole preparazione dei suo allievi.

E' stata docente nei Conservatori di Bari e de L'Aquila.

Nel 2015 ha fondato a Laterza "SINFONIE" centro artistico musicale, con lo scopo di valorizzare i giovani musicisti e di evidenziare il loro talento,avvalendosi del contributo del Comune di Laterza con li quale ha collaborato in ben 2 Edizioni del " Carsica Festival" ed ha ottenuto il Patrocinio Morale di Matera 2019.

Dal 2016 è docente di pianoforte alla Scuola Musicale Comunale di Francavilla Fontana.

Vincenzo LANZO - Batteria

Vincenzo LANZO - Batteria - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Comincia come autodidatta a fare le sue prime esperienze musicali nel suo luogo d'origine, suonando in organici di musica rock e pop. Solo molto più tardi intraprenderà gli studi accademici presso il locale Liceo Musicale, studiando Canto e Pianoforte. Ma già la batteria faceva capolino. Per questo studierà la tecnica delle Percussioni con Giovanni Tamborrino, docente di Percussioni al Conservatorio E. Duni di Matera. Lasciati gli studi per il sopraggiunto amore per la batteria, frequenterà i C.P.M., Corsi di Perfezionamento Musicali, tenuti a Siena da Roberto Gatto, Ettore Fioravanti, Enrico Rava, Amedeo Tomasi, Marcello Piras. Saranno anni di studio intenso su vari fronti: trascrizioni, studio dello strumento, pianoforte, Ear Training, Combos.

Dopo i C.P.M. di Siena si aggiunsero importanti incontri didattici; quello con Pierre Favre, con Jon Christensen, quello con Elvin Jones, Paul Lovens ed altri, che cristallizzarono i concetti acquisiti negli anni. Dopodiché si sposta in Francia, a Poitiers, dove frequenterà degli approfondimenti con Paul Bley, Gary Peacok e John Abercombie, affinando ancora di più le qualità musicali.
Nel frattempo, egli trascriverà un centinaio di assoli e comping dei grandi maestri di questo strumento direttamente dai dischi, acquisendo l’essenza più intima del linguaggio jazzistico. Il suo interesse però per lo studio non si è mai spento.

Difatti numerosi altri percorsi lo vedranno attivo. Come il Diploma di Insegnate di Musica della Libera Accademia “Aldo Bargero” rilasciato dalla Scuola “Carlo Rizzi” di Oriago di Mira (VE) per la formazione di insegnanti Waldorf, nel 2005. Si interessa della crescita dell’Uomo a 360 gradi frequentando scuole della conoscenza dell’Uomo e delle Arti. Questo percorso di ricerca interiore lo aiuterà nel suo lavoro di musicista nella realizzazione di alcuni obbiettivi artistici fondamentali per la sua crescita.
 
Enzo sarà molto presto influenzato dai musicisti della tradizione: Kenny Clarke, Max Roach, Philly Joe Jones, Art Blakey, (dei quali trascrive una buona parte dei loro assoli) e da musicisti contemporanei, Roy Haynes e Jack DeJhonette, Paul Motian, Gunter Sommer, Tony Oxley, Paul Lovens. La ricerca del suono e del lessico jazzistico è una costante nel lavoro di Lanzo, il quale ispirato dal suono dei musicisti sopra menzionati e dalla loro modalità espressiva, sperimenta costantemente la sua tavolozza timbrica e ritmica. Questo tipo di ricerca lo accosta moltissimo alla tradizione della musica improvvisata Europea.

Il suo esordio avviene nel 1991, quando Enrico Rava lo chiama a suonare nel suo gruppo, dopo averlo ascoltato in un concerto, introducendolo attivamente nell'ambiente jazzistico, ed è un momento importante della sua carriera. Con il trombetista torinese insieme a Rita Marcotulli ed Enzo Pietropaoli, e poi con Battista Lena e Giovanni Maier egli tiene concerti nei più importanti festivals, rassegne e Jazz clubs in Italia e all'estero. L’incontro con Enrico Rava lo sconvolge a tutti i livelli. Impegnato a studiare la musica di questo grande trombettista, affina ancora di più le doti musicali iniziandolo, peraltro, alla composizione.
Così nel 1996 arriva l'esordio discografico da leader pubblicando un CD intitolato: “Progetto Rondonella”, edito dalla Londinese LEO RECORDS. Si avvale della collaborazione di Antonello Salis fisarmonica, Pino Minafra tromba, Gianni Lenoci pianoforte, Vittorino Curci sax alto a voce recitante, Felice Mezzina sax tenore, Leo Gadaleta violino, Nico Catacchio contrabbasso. Attraverso questo lavoro egli evidenzia gli aspetti principali della sua musica: La melodia in costante mutamento.
Il lavoro fu recensito in tutta Europa, Giappone, America, al punto che furono numerosissime le manifestazione di stima e di interesse sia verso il lavoro che verso lo stesso Lanzo. Il quale, proprio negli States fu oggetto di un articolo di Sam Prestianni sulla musica europea su Metro Active. Manifestazioni di stima arrivarono anche da Turi Gabor dall’Ungheria per Jazz Kritika, da Jean Buzelin dalla Francia per Jazzman, da Rogelio Pereira dalla Spagna per Margen.
Il secondo lavoro di Lanzo “Totò Jazz” Panastudio 2003, co-prodotto artisticamente è un omaggio alla musica dei film di Antonio De Curtis in arte Totò, con Giuseppe Bassi contrabbasso, Guido Di Leone chitarra, Ettore Carucci pianoforte. Un lavoro finemente curato sotto tutti i punti di vista. Gli arrangiamenti danno il giusto significato alle bellissime melodie scritte dallo stesso Totò e da molti altri autori di quegli anni: Armando Trovaioli, Piero Piccioni, Piero Umiliani, ecc. Il lavoro ebbe una buona eco in tutta Italia ed in Francia. Numerosi furono i crediti verso questo CD: Vincenzo Mollica sul TG1, Armando Trovaioli, Liliana De Curtis, Renzo Arbore.
Il terzo lavoro vede la luce nel 2008 dal titolo: “Boastful Speeches” (Terre Sommerse 2008) in cui Lanzo, ispirato da fatti di cronaca confeziona un “Concept Album” di rara bellezza e vigore che guarda appassionatamente all’esperienza A.A.C.M.

musicisti sono: Roberto Ottaviano al sax Soprano, Lauro Rossi al trombone e Giovanni Maier al Contrabbasso. Come per gli altri lavori anche con questo ci furono buone parole da parte di numerosi critici del settore: Alberto Bazzurro su “L’isola che non c’era”, di Fabrizio Versienti sulla “Gazzetta del Mezzogiorno”, di Pino Saulo su Battiti di RAI Radio 3, di Jean Bouzelin su “Culture Jazz” in Francia. Il lavoro è ispirato dalla politica, sia quella nazionale che internazionale, in cui tutti gli attori sono alla costante ricerca del consenso elettorale, diventando ciechi e sordi nei confronti di una società sempre più bisognosa di strumenti che solo la politica può dare.
Il quarto lavoro di Lanzo “In The Groove” è prodotto in Germania dalla EGP nel 2011, con Vito Di Modugno all’Organo Hammond e Rossano Emili al Sax baritono; è un vero e proprio ritorno di fiamma. Lanzo si porta sul terreno degli standards tradizionalmente intesi realizzando un lavoro nello stile tipicamente hard bop. Un lavoro dal punto di vista del drumming e dell’energia musicale, esplosivi. Con questo disco Lanzo realizza la teoria del “Flusso di Ottavi”, ed altri punti di vista esposti nei saggi “Il Flusso di Ottavi” e “La Batteria Strumento per… Tamburi e Griot”. Nei due lavori bibliografici, si sottolinea l’idea di uno stile musicale attraverso la tecnica della non-indipendenza. Portandosi verso la realizzazione tecnica del “flusso di ottavi” teorizzato e praticato da Bob Moses e da Roy Haynes, Tony Williams e Jack De Johnette. Il disco ha avuto ottima eco in Germania.
Il quinto lavoro del batterista, è “Dweto” The Seagull Welcomes A. uscito nel 2017 per Angapp Music, in compagnia di due pianisti Gianni Lenoci e Mirko Signorile. Un lavoro che guarda quasi esclusivamente alla composizione istantanea, con intercalati alcuni temi originali. L’idea di fondo del lavoro, è il “rapporto a due” ed è stato ispirato da un bel libro di Niky Harden del 2000 dal titolo “Gli Spiriti Africani parlano” Viaggio fra le Sangoma sudafricane. In questo libro ciò che emerge è il rapporto tra le guaritrici sudafricane (Sangoma) e le loro pazienti: un rapporto a due veramente speciale e di reale sincretismo. Una dualità intrigante, come sempre si auspica su un palco dialogando musicalmente ed aspirando allo stesso – in questa caso – interplay.
È in preparazione il sesto lavoro di Lanzo, con la costituzione di un trio, Batteria, Sax Tenore e Chitarra elettrica, dal nome “MU Trio”. Le musiche sono tutte originali. L’idea è quella di guardare alla musica Jazz europea, senza dimenticare le radici, profondamente piantate negli States.
Le collaborazioni con musicisti Italiani e internazionali sono tante, si citano le più significative: Gianluigi Trovesi, Ernst Reijseger, Gianni Basso, Stefano Bollani, Dado Moroni, Ira Coleman, Danilo Rea, Gary Smulyan, Dave Murray, ed altri. Enzo ha portato, inoltre, la sua musica in tutto il mondo: Australia, Africa, Cina, Indonesia, America Latina, Giappone, India, Emirati Arabi Uniti, ed in tutta Europa.
 
Inoltre, Enzo Lanzo ha scritto: “Sensibilizzazione ritmica, l’idioma ed il lessico musicale nel linguaggio Jazz. Poliritmia orizzontale e verticale” e “Quaderno di Batteria per Bambini fino a 9/10 anni”. Il primo lavoro è una dispensa per scuole e seminari didattici sulla poliritmia all’interno degli standards di Jazz: Monk, Rollins, Ellington, Tatum nonché sul lessico jazzistico dei grandi musicisti. Questo lavoro è esclusivamente mirato ad allievi che hanno già svolto un percorso didattico di base, quindi per studenti di Istituti di Alta Formazione e Conservatori.
Il secondo, è di un Metodo per batteria rivolto a bambini fino a 10 anni, che iniziano lo studio dello strumento. La didattica della Batteria vista dal punto di vista del metodo Suzuky, della Montessori e di Rudolf Steiner.
Entrambi i lavori sono distribuiti in proprio, avendo scelto di non stamparli con una casa editrice.
 
Sul piano del servizio didattico, il titolare del presente curriculum ha sempre svolto tale ruolo ogni volta che se ne presentava l’occasione, sin dal 1993 insegnando esclusivamente Batteria Jazz. Dal 1993 al 1996 presso l’Associazione “Amici della Musica” di Ceglie Messapica (BR). Poi dal a.a. 2005-2006 a tutt’oggi presso la Scuola Musicale Comunale “Padre Serafino Marinosci” di Francavilla Fontana (BR). Una Scuola Civica Comunale rara sul territorio, vero fiore all’occhiello dell’Amministrazione Comunale.
Nel 2012, esattamente dal 23 Aprile al 26 Settembre, si aprono le porte del Conservatorio di Bari per due corsi accademici di Batteria Jazz: Prassi esecutiva e repertori II “Corso Accademico di 1° livello” e Prassi esecutiva e repertorio musicale Jazz I “Corso Accademico di 2° livello”. Attualmente è docente a contratto presso il Consevatorio “N. Rota” di Monopoli. Una buona occasione per portare l’esperienza maturata in tanti anni di attività all’interno delle mura istituzionali.
 
Si riportano alcune collaborazioni discografiche fra le più significative:
1. “ISOLE SENZA MARI” PANASTUDIO PRODUCTION Palermo Maggio 1998 DISTR. NUOVA CARISH. Di e con Nico Morelli, e Paolo Ghetti.
2. “IL PESO DELLE NUVOLE” SPLASC(H) RECORDS Varese Marzo 2003. Di Pierluigi Balducci e con Ernst Reijseger, Roberto Ottaviano, Mirko Signorile.
3. “ROUGE” SPLASC(H) RECORDS Varese Maggio 2004. Di Pierluigi Balducci e con Luciano Biondini, Leo Gadaleta, Antonio Tosques.
4. “DOUBLE FACE” M.A.P. LINEA RECORD EDIZIONI Milano Gennaio 1994 Distr. Fonit Cetra. Di e con Nicola Giammarinaro, Michele Pantaleo e Giuseppe Costa.
5. “SOFTLY AS” Prodotto dall'Ass. Jazz Clkub Maglie, con Ettore Carucci e Giuseppe Bassi. Gennaio 2002.
6. “ITALIAN JAZZ ENSEMBLE” PHILOLOGY REC. Febbraio 2005. Di Larry Franco e con Bepi D’Amato, Michele
Carrabba, Guido Di Leone e Giuseppe Bassi.
7. “IMPORT-EXPORT” PHILOLOGY REC. Dicembre 2005. Di Larry Franco, con Michele Carrabba ed Ilario De Marinis.
8. “JAZZ SOCIETY” PHILOLOGY REC. Novembre 2007. Di Larry Franco e con Michael Supnick. Bepi D’Amato, Michele Carrabba.
9. “ALL OF ME” PHILOLOGY REC. Settembre 2008. Di Larry Franco e con D. Scannapieco, A. Gravish, M. Supnick, B. D’Amato.

Carmine CHIARELLI - Pianoforte

Carmine CHIARELLI - Pianoforte - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Nato nel 1991, inizia lo studio del pianoforte all’età di 14 anni.
Successivamente viene ammesso all’Istituto Musicale Pareggiato “G. Paisiello” di Taranto, dove si diploma con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore con la guida del M° Paolo Cuccaro.
Nel 2009 viene ammesso alla Schola Cantorum di Parigi nella classe del M° Aquiles delle Vigne e all’ Universitat Mozarteum di Salisburgo con il M° Claudius Tanski.
Nel 2014 si laurea con 110 e lode sotto la guida del M° Benedetto Lupo presso il Conservatorio “N. Rota” di Monopoli.
Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con A. delle Vigne, C. Tanski, A.Ciccolini, T. Poli, P. Camicia, M. Somma.
Si è esibito in numerosi concerti sia in Italia che all’estero, in diverse sale e teatri tra i quali, la Wiener Sall di Salisburgo, l’Auditorium del Conservatorio di Coimbra, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Paisiello di Lecce, Sala “F. Varcasia” di Castrovillari, Palazzo Ducale di Martina Franca, Teatro “N. V. Westerhout” di Mola di Bari, Palazzo Galeota di Taranto, Bishop’s College Auditorium di Colombo (Sri Lanka), Teatro Giordano di Foggia e con l'Orchestra del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli ha eseguito il Concerto n.1 di Beethoven nel 2013 e nel 2016 l’aria da concerto “Ch’io mi scordi di te” di Mozart con il soprano Mariacristina Bellantuono, direttore Filippo Maria Bressan.
Ha svolto attività cameristica in diverse formazioni collaborando con Rita Mascagna, Giuseppe Carabellese, Stefano Lo Re, Marco Carnicelli.
Ha collaborato inoltre con l' Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari come pianista in orchestra, con il Festival della Valle D’Itria nella stagione 2016 e 2017.

E’ vincitore di numerosi concorsi tra cui, il 25° Concorso internazionale per giovani musicisti “Città di Barletta”, il 17° Concorso internazionale “Euterpe” di Corato, il 7° Concorso internazionale “Terre degli imperiali” di Francavilla Fontana, il 3° Concorso internazionale “L. Iurleo” di San Vito dei Normanni, Premio internazionale Città di Foggia,
3° Premio Terenzio di Cerignola. 
Dal 2017 è docente di pianoforte presso la Scuola Musicale Comunale “Padre S. Marinosci” di Francavilla Fontana.
Attualmente continua i suoi studi con il M° Pierluigi Camicia.

Cosimo SPINELLI - Clarinetto

Cosimo SPINELLI - Clarinetto - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Nasce a Francavilla Fontana (Br), intraprende giovanissimo lo studio del clarinetto presso la Scuola Musicale Comunale della propria città. Dopo aver conseguito nell’anno scolastico 1985/1986 la maturità tecnica commerciale presso l’I.T.C. “G. Calò” di Francavilla Fontana (Br) e frequentato per un breve periodo di tempo l’Istituto Musicale Comunale della vicina Ceglie Messapica (Br), finisce di perfezionare gli studi musicali a pieni voti nell’anno accademico 1986/1987 presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari, sotto la guida del M° Angelo Perrino.

Nell’anno 1989 avvia i primi studi di perfezionamento musicali con il clarinettista M° Vito Di Lena (già Professore d’Orchestra del Teatro S. Carlo di Napoli).

Nell’anno 1991 è vincitore dei Concorsi ordinari a cattedre per titoli ed esami per l’insegnamento di ed. Musicale nella scuola media e negli Istituti di Istruzione Secondaria di 2° grado e sempre nello stesso anno ha inizio la sua esperienza nel campo didattico in qualità di docente di clarinetto nelle scuole medie statali ad indirizzo musicale.

Tra gli anni 1992 e 1994, frequenta diversi stage di perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole (Firenze) e il Campus Internazionale di Musica di Sermoneta (Latina),  con i maestri Ulderico Paone a Roma (già docente del Conservatorio di Roma, 1° clarinetto con le Orchestre del Teatro Massimo di Palermo, della RAI, del Teatro San Carlo di Napoli e del Teatro dell’Opera di Roma), Antony Paj (già 1° clarinetto della Royal Philarmonic Orchestra e della London Sinfonietta di Londra) e Romeo Tudorache (docente della classe di musica da camera presso il conservatorio di Colonia in Germania e direttore artistico del Festival di Musica da Camera di Koblenz, nonché noto camerista internazionale), tutti affermati clarinettisti di chiara fama internazionale.

Nell’anno 1995 consegue il Diploma di Alto Perfezionamento di clarinetto (corso triennale) presso l’Accademia Superiore Internazionale Musicale di Pescara en egli anni 2005 e 2006 segue due Master Class di perfezionamento con i maestri Patrick Messina (1° Clarinetto Solista dell’Orchestra Nazionale di Francia e concertista) e Romain Guyot (Professore d’Orchestra e concertista).

Dal 1982 ad oggi, partecipa a numerosi concorsi nazionali e internazionali in qualità di solista e in formazioni cameristiche dove si è sempre classificato ai primi posti. Tra questi vanno menzionati per importanza Caserta, Cremona, Brindisi, Crotone, Napoli, Taranto, Moncalieri (Torino), Bari, Segni (Roma), Foggia, Camerota (Salerno) e Piedimonte Matese (Caserta). Nel 1996 è stato selezionato tra numerosi candidati in occasione del Premio nazionale “Compilation Crisalide 96” istituito dallo studio di registrazione “Valentino Recording Studio” di Castellaneta (Taranto) per valorizzare i giovani talenti. A seguito di tale selezione nel 1997 incide su CD la “Sonata per clarinetto e pianoforte” di Leonard Bernstein. Nel 2000 risulta altresì vincitore del concorso per titoli ed esami, in qualità di clarinettista, nell’orchestra di fiati della Marina Militare.

Sin da giovanissimo è stato subito apprezzato per le qualità artistiche espresse in occasione delle sue esibizioni; ha infatti all’attivo un’intensa attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera svolta in diverse città d’Italia e all’estero con tournée in Romania con la Filarmonica di Stato di Botosani, in Marocco (Agadir, Casablanca, Marrakesh e Mohamedia), in Spagna (Madrid), proponendo i brani più importanti del repertorio clarinettistico (Mozart, Brahms, Weber, Schumann, Berg, Poulenc, Rota, etc), ed in ultimo in Francia esibendosi in duo con la chitarra - “Fas Artium Association règie selon la loi de 1901” di Parigi e “20° Festival International de Guitare” La Maline - Ile de Ré (FRANCIA), eseguendo brani J. Kuffner; H. Kaps: ; H. Neumann;  T. Verhiel; H. Bonavente; L. Boutros.

Ha collaborato con diverse formazioni orchestrali: Orchestra Ico della Magna Grecia (Taranto), in qualità di clarinetto basso, suonando - in prima esecuzione mondiale - i brani del M° L. Bacalov (Tangosain, Suite Baires 1 per pianoforte e Orchestra, Paralelo a paralelo), Orchestra del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli (Bari), in qualità di 1° clarinetto, eseguendo il “Requiem in re minore K.626” di W.A. Mozart e con l’ICOM (Istituzione Concertistica Orchestrale Monopolitana) di Monopoli (Bari), in qualità di clarinetto solista, eseguendo “Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra da camera” di G. Rossini.

Nel campo didattico-educativo, partecipa a numerosi corsi e seminari; in particolare, nel settembre del 2004, segue il seminario regionale rivolto agli insegnanti di musica e strumento musicale sul tema “Musica e Scuola”, tenuto da docenti dell’Università di Bologna, Bari e Foggia e nel 2007, quello sul tema “La nuova didattica per una formazione integrale del musicista”, tenuto dal Prof. Carlo Delfrati.

Nel luglio del 2007 consegue, con il massimo dei voti e la lode, il “Diploma di Laurea di II° Livello in Discipline Musicali” (Indirizzo interpretativo-compositivo – Scuola: “Clarinetto solistico”) presso il Conservatorio di musica “N. Rota” di Monopoli (Ba) e ad ottobre del 2015 il “Diploma di Laurea di II° Livello in Musica da Camera” presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giovanni Paisiello” di Taranto, con voti 110/110.

Titolare della cattedra di clarinetto presso il 1° Istituto Comprensivo “A. Moro - P. Virgilio Marone” di Francavilla Fontana (Br), già docente di clarinetto e musica d’insieme presso il Liceo Musicale Statale “G. Durano” di Brindisi, è docente di clarinetto nei corsi ordinari e pre-accademici presso la Scuola Musicale Comunale “P.S. Marinosci” di Francavilla Fontana (Br), convenzionata con il Conservatorio di Musica “N. Rota” di Monopoli.

Angelo DI MURI - Chitarra Classica

Angelo DI MURI - Chitarra Classica - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Nasce a Brindisi il 15/04/84.

Le sue attitudini musicali si manifestano all'età di 11 anni, quando sceglie di imparare a suonare la chitarra classica,frequentando il Corso sperimentale di Musica presso la Scuola Media statale Raffaele Rubini con il maestro Vito Fiore.

Da qui inizia il suo percorso musicale e partecipa a vari Concorsi di Musica classica, alcuni dei quali organizzati da AGIMUS, classificandosi al primo e al secondo posto. Prosegue gli studi di chitarra classica con i maestri Antonio Scarinzi e Gabriella Lubello entrambi attivi sul territorio di Lecce.

Nel frattempo, crescendo la sua passione per lo strumento, decide di sperimentare il genere moderno, dedicandosi da autodidatta alla chitarra elettrica ed acustica, prendendo parte a varie formazioni musicali e progetti:

 - I MALAUSSèNE,originalissima band FOLK-ROCK PROGRESSIVO , vincitrice di YOUR SOUND 2001(ottiene anche il premio originalità),premiata al concorso nazionale ARITMIA MEDITERRANEA 2004, classificata al 4° posto a Sanremo Rock Festival & Trend 2005 su un totale di 203 gruppi provenienti da tutt'Italia e al 2°posto all'OSTUNI ROCK FESTIVAL, dove riceve gli apprezzamenti di ANDREA BRAIDO che è in giuria;

 - AVVENTURE DA ANALCOLICHE ALLUCINAZIONI,

-RIONE MEDITERRANEO,

-INDABUSH,

-PERFECTA EXCUSA,

- MALVASIA e ATHANATON,che ripercorrono i ritmi e i suoni della musica popolare salentina.

_ Dal 2018 membro della Apulia Guitar Orchestra diretta dal maestro Vito Nicola Paradiso.

Docente in molte scuole e associazioni del territorio brindisino tra le quali il Saint Louis College Of Music (sede di brindisi) e  in ultimo presso la Scuola Musicale Comunale Marinosci di Francavilla Fontana.

Fabio ANTI - Teoria Generale della Musica

Fabio ANTI - Teoria Generale della Musica - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Organista, Clavicembalista, Compositore, Tenore, Direttore di Coro, Flautista (dolce, traversiere, traverso), Ricercatore, Trascrittore, Polistrumentista medievale, Liutaio Medievale.

Diplomato  in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio N. Rota di Monopoli nel 2007, Laureato (I liv.) in Clavicembalo e Tastiere storiche 2018 presso lo stesso istituto, spazia nei suoi studi e si interessa di vari strumenti e discipline quali: Flauto a Becco, Flauto Traversiere, Viola da Gamba, molti strumenti medievali (liutaio anch’esso di molti) Voce (dapprima Controtenore poi Tenore), Direzione di Coro, Composizione. 

Numerosissime sono le attività svolte sia da allievo sia da docente, e collaborazioni tra le quali:  Coro Giovanile Italiano, Ars Cantica Choir Milano, Coro & Orchestra dell’Opera di Stato di Budapest, Stupor Mundi Chorus, Orchestra del Settecento, Confraternita de’ li Musici,  Apulia Baroque Ensemble, I Turchini di Florio,  Scarlatti Lab, Beppe Barra, Pino De Vittorio ecc. Insegna Canto, Pianoforte, Flauto, Lettura cantata, Coralità e musica d’insieme presso la ass. Talenti di Sava (TA), e teoria generale della musica (120 alunni circa) presso la Scuola Musicale Comunale “S. Marinosci” di Francavilla F. (BR). È stato diretto e ha collaborato con numerosi direttori di fama internazionale quali: Filippo Maria Bressan, Gianandrea Noseda, Toni Florio, Peter Neuman, Stojan Kuret, Marco Berrini, Nicola Conci, Colin Baldy. Ha svolto centinaia di concerti in Italia, 2 tournée in Germania, una tournée in Israele e una tournée in Slovenia e Croatia, Festival Scarlatti Lab barocco di Napoli 2012, 2013 e 2014, Festival Alexadia di Kastoria in Grecia 2013, Festival Rinascimentale di Copenaghen 2013, Festival Val Comino 2014, Giovanni Paisiello Festival di Taranto 2016, 2017, 2018, 2019, Stagione Concertistica Amici della Musica Taranto “Arcangelo Speranza”. Già fondatore de Il Gruppo Cameristico Bach (1999), il Bach Coro (1999), Stupor Mundi Chorus (2006), ha fondato, coordina e dirige La Vaga Harmonia (2010), Odor Rosae Chorus (2011), Odor Rosae Musices (2013) fondendo nel 2015 le tre compagini in una associazione culturale denominata Musica Historica. Si occupa inoltre di ricerca, trascrizione e revisione (di partiture antiche manoscritte o a stampa, dal medioevo al settecento) lavoro che lo ha portato a pubblicare in autoeditoria ondemande  oltre 115 volumi a distribuzione globale sulla piattaforma AMAZON, molti dei quali sono unici al modo. Organologia e liuteria sono la sua passione ed è autore di decine di strumenti che continuamente vengono utilizzati per le sue svariate attività.

Davide CIURA - Chitarra Elettrica

Davide CIURA - Chitarra Elettrica - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Nato a Taranto il 14/02/88 si avvicina alla chitarra all’età di 16 anni grazie alla passione musicale inculcatagli dal padre violinista concertista che ravvisa subito in lui un grande talento musicale.

 Dopo un anno di studio da autodidatta, prende lezioni per oltre due anni dal noto chitarrista Salvatore Russo il quale, terminato il programma di studi, lo spinge verso lidi lontani alla ricerca di un ulteriore perfezionamento e della sua dimensione artistica.

 Vari sono stati i seminari seguiti con famosi chitarristi quali Stochelo Rosenberg, Marty Friedman, Paul Gilbert, Fabio Zeppetella, Andy Timmons, Robben Ford.

 Nell’estate 2007 ha seguito le lezioni tenute a Perugia dagli insegnanti della rinomata Berklee College of Music, in occasione dell’Umbria Jazz Festival. Ha inoltre seguito un corso di formazione jazz col maestro Andrea Gargiulo ed uno pop-rock con Allen Hinds del GIT di Los Angeles ottenendo sempre espressioni di merito e di stima.

 Ha studiato chitarra elettrica con indirizzo rock blues al Saint Louis College of Music (Roma) sotto la guida del maestro Lello Panico. Nello stesso istituto, ha studiato armonia e solfeggio col M° Antonio Solimene, analisi ritmica con Claudio Mastracci, lettura con Antonio Affrunti. Inoltre, approfondisce privatamente con Massimo Varini le tecniche di arrangiamento e di esecuzione in studio.

 Nell'estate 2011 frequenta l'ESC 2011 ovvero un master di chitarra rock-fusion tenuto da musicisti del calibro di Allan Holdsworth, Kiko Loureiro e Richard Hallebeek. Si perfeziona nel jazz, col jazzista barese Guido Di Leone.

 Da oltre 10 anni insegna chitarra elettrica sia privatamente, sia nelle scuole di musica S. Cecilia (Taranto) come insegnante Yamaha, scuola G.F. Maia Materdona (Mesagne), Rusalka (Carosino), Leonida (Taranto) Renato Moro (Taranto), Colombo (Taranto), Euphonia (Taranto), Scuola Musicale Comunale (Francavilla Fontana) . Inoltre collabora con artisti e gruppi dell’area pugliese in veste di tournista live ed in studio, interessandosi a diversi generi musicali quali pop, rock, funk, jazz e blues.

 Più recentemente si dedica alla composizione ed alla registrazione di propri brani, pubblicando i suoi primi singoli strumentali "Peter song" ed "Intergalactic War". Singoli che raccolgono numerosi consensi in Italia, ma specialmente all'estero.

 Nel 2014 esporta la sua attività musicale a Londra, dove rimane per due anni collaborando con artisti inglesi locali.

 Rientrato in Italia nel 2017, lavora al suo primo disco solista e partecipa in qualità di dimostratore delle prestigiose chitarre Agostin, alle fiere: “MusikMesse”, “Musika”, “Second Hand Guitar” e “Music Wall”. Di recente inizia la collaborazione con Eko Guitars promuovendo la chitarra acustica Massimo Varini Signature.

Comune di Francavilla Fontana

Comune di Francavilla Fontana - SCUOLA MUSICALE COMUNALE

Conservatorio Statale di Musica "Nino Rota"

Conservatorio Statale di Musica "Nino Rota" - SCUOLA MUSICALE COMUNALE